Domande & Risposte

CHI CI PUO’ CONTROLLARE???

Noi del S.V.I. abbiamo pensato di far cosa gradita a tutti i praticanti l’attività venatoria preparando questo documento che contiene alcune semplici regole di comportamento nel momento in cui veniamo fermati per un controllo da personale preposto a farlo. Specificando che, tali e semplici regole di comportamento devono essere messe in pratica tanto da noi, quanto da chi effettua il controllo della documentazione.
Cominciamo a dire che, se andiamo a caccia, nel nostro Paese, non stiamo commettendo nulla mi male e pertanto dobbiamo essere trattati con rispetto!
La caccia nel nostro Paese è un diritto che può essere esercitato nel rispetto delle Leggi che lo regolano e che quindi nessuno si può arrogare il diritto di interrompere un’attività lecita se non assumendosene le proprie responsabilità civili e penali.
Ricordate pertanto che: al momento del controllo, se questo viene effettuato da guardie volontarie appartenenti a WWF, LIPU, LAC, ANPANA, OIPA, AIDAA, EMPA e LEGAMBIENTE, tali signori debbono, innanzitutto, avendone l’obbligo, qualificarsi esibendo il loro tesserino di riconoscimento contenente il decreto rilasciato dalle Autorità competenti. Tale requisito deve essere rilasciato dal Prefetto dopo aver prestato giuramento in base all’Art.138 del Regio Decreto del 18 giugno 1931 n.773.
Ricordatevi che: tali signori non sono assolutamente agenti di Polizia Giudiziaria e, pertanto, possono verificare solamente i documenti ed eventualmente redigere verbale se riscontrassero contravvenzioni in materia venatoria.

Non possono richiedere la consegna della vostra arma e tantomeno trattenerla.
In nessun modo possono effettuare posti di blocco, perquisizioni di indumenti, zaini o di autoveicoli se non accompagnati da Agenti di Polizia Giudiziaria comunque dotati di mandato di perquisizione.
In tal caso, dopo essere stati controllati o perquisiti, è vostro diritto ricevere copia del verbale di perquisizione.
Nel caso vi venisse elevato verbale, se avete delle dichiarazioni a vostra discolpa pretendete che esse vengano riportate sul verbale e, se ritenete che nel verbale non siano riportati esattamente i fatti accaduti, ricordatevi che non siete obbligati a controfirmarlo.

A tal proposito vi ricordiamo che gli Agenti di Polizia Giudiziaria sono:

Carabinieri e Carabinieri Forestali
Polizia di Stato
Guardia di Finanza
Polizia Municipale
Polizia Penitenziaria

In caso di atti vessatori perpetrati nei vostri confronti da Guardie Volontarie, oltre a chiamare le autorità competenti ed utilizzare testimoni a vostro favore, ricordatevi di prendere il numero di targa degli autoveicoli dei vostri controllori o di scattate qualche fotografate con il cellulare.

Condividi Su