Lo S.V.I. chiede alla Regione Campania l’istituzione di un osservatorio faunistico regionale

Il Presidente del Sindacato Venatorio Italiano ha richiesto (AI SENSI DELL’ART. 16 DELLO STATUTO REGIONALE e ART. 119 DEL REGOLAMENTO ATTUATIVO) L’istituzione di un osservatorio faunistico regionale.
L’osservatorio faunistico venatorio regionale avrebbe la funzione di raccogliere ed elaborare i dati relativi alla fauna selvatica e per esprimere pareri e suggerimenti per la gestione faunistica.
La regione Campania è ancora latente nei confronti dell’istituzione di un organismo
di tale importanza.,
Come dimostrato in altre regione questo eviterebbe il balletto dei ricorsi, sospensive ed anticipazioni di chiusure, rendendo per alcune specie la possibilità di prelievo anche nel mese di Febbraio.

Noi cacciatori responsabili non vogliamo solo predare, ma desideriamo esercitare l’attività venatoria in nome della sostenibilità ed in rispetto dei tempi previsti dalla legge, evitando cosi i faziosi e dispendiosi attacchi mediatici da parte dei nostri detrattori che in nome di numeri e dati inventati a tavolino sempre il modo di accanirsi contro il mondo venatorio.
L’Osservatorio avrà il compito primario di promuovere le ricerche per la raccolta e l’elaborazione dei dati relativi alla fauna selvatica secondo le direttive fornite dall’attuale ISPRA (ex INFS); a tale proposito le attività dell’Osservatorio dovrà essere in stretta collaborazione con appunto l’ISPRA.
Si deposita petizione In data 27 febbraio 2018.

 

Ufficio Stampa

Sindacato venatorio Italiano

Condividi Su